vivacostituzione lungo

Continuiamo la battaglia a difesa della nostra costituzione informando le persone sul perché “votare NO” al referendum costituzionale di ottobre.

Se anche tu credi nelle idee del movimento ma non sai come poter dare una mano in modo diretto, se credi che la Costituzione vada difesa e questa nazione cambiata, vieni a trovarci per iniziare a confrontarti su come dare un contributo per queste grandi battaglie.

Ecco dove poter firmare nei prossimi giorni:
venerdì 20 maggio, al nostro gazebo al mercato di Palazzolo lato via Togliatti, dalle 9,30 alle 12,30
Domenica 22 maggio dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18 presso il Parco della Cava, tra i due laghetti (salvo maltempo)
Martedì 24 dalle 9,30 alle 12,30 presso il mercato di dugnano, lato via oslavia
Ti aspettiamo
Perché l’Italia cambia se lo FAI tu. #alzatiepartecipa #IoVotoNo #ReferendumCostituzionale

M5S Paderno Dugnano

Read more

vivacostituzione lungo

Fino ad ottobre ci attende una battaglia dura ed impegnativa: dobbiamo difendere la nostra costituzione e informare le persone sul perché “votare NO” al referendum costituzionale di ottobre.

Se anche tu credi nelle idee del movimento ma non sai come poterlo fare in modo diretto, se credi che la costituzione vada difesa e questa nazione cambiata, anche tu puoi darci una mano.

Domenica 54 cittadini hanno firmato al nostro gazebo al Parco Lago Nord tutti e 3 i referendum (quello costituzionale e i 2 abrogativi sull’Italicum).

Firma anche tu!

Vieni a trovarci martedì 17  maggio al mercato di Dugnano (lato via Oslavia) dalle 9,30 in poi.
Perché l’Italia cambia se lo FAI tu. #alzatiepartecipa

M5S Paderno Dugnano

costituzione

Read more

vivacostituzione lungo

Fino ad ottobre ci attende una battaglia dura ed impegnativa: dobbiamo difendere la nostra costituzione e informare le persone sul perché “votare NO” al referendum costituzionale di ottobre.

Se anche tu credi nelle idee del movimento ma non sai come poterlo fare in modo diretto, se credi che la costituzione vada difesa e questa nazione cambiata, anche tu puoi darci una mano.

Vieni a trovarci domenica 15  maggio, al nostro gazebo al Parco Cava Nord, tra i due laghetti (salvo maltempo)
Perché l’Italia cambia se lo FAI tu. #alzatiepartecipa

M5S Paderno Dugnano

costituzione
Read more

Casaleggio_01

Santa Maria delle Grazie é l’emblema del RINASCIMENTO milanese.

E – guarda a caso – proprio il cambiamento culturale é la spinta del MoVimento.

Questa chiesa che da oggi anche per noi diventa un luogo simbolico, é, guarda caso, simbolo di cultura e cambiamento.

Viene costruita nel 1459 con gusto un po’ vecchiotto, ma molto in voga a Milano, nel 1492  viene rimodernata completamente. Come? Arriva un uomo che ha un’idea… fa abbattere la parte finale della chiesa, si, la fa esattamente distruggere, per costruire una struttura nuova, un po’, circolare, che non si chiama agorà ma tribuna: é la rottura con il passato. Continue reading Gianroberto e il nostro Rinascimento

Read more

10 Azioni

2014 – 2015

  1. Raccolta firme per apertura Parcheggio Tilane. Prevista per metà marzo 2016.
  2. Proposta mensa scolastica: internalizzazione servizio e Km zero. Qualità del cibo nella Scuola Pubblica.
  3. Inceneritore Incirano: accesso agli atti. Richiesta di mettere sul sito del Comune di Paderno i dati dell’Inceneritore (richiesta NON accolta).
  4. Richiesta di inserire “i dati ulteriori” sul sito per aiutare i cittadini a capire meglio tutto quello che riguarda la nostra città.
  5. IMU edifici ecclesiastici (non riguarda i luoghi di culto): interpellanza perché stavano per decorrere i tempi di legge (potenziale denuncia al Comune per danno erariale in caso di mancata riscossione tassa).
  6. 250.000 € per le Scuole Paritarie: votato sempre contro.
  7. Rho Monza.
  8. Mozione scrutatori e istanza prima di entrare in Consiglio. Richiesta di inserire nella lista scrutatori: disoccupati, inoccupati e la NON nomina da parte dei partiti degli scrutatori ma per sorteggio.
  9. Proposte di lavorare in commissione con anche l’apertura ai cittadini nel dibattito (non previsto ad oggi) sui temi di trasporti (800.000 € annui, con scadenza 31.12.17) e raccolta rifiuti (6,5 milioni di € di cui 1 milione 200 mila € per pulizia strade).
  10. Via Sant’Ambrogio: raccolta firme, esposto al corpo provinciale, mozione #alberoèvita.

IMG_7780

Read more

‪#‎FUORIDAIMARONI‬

È ora di ridare ‪#‎voce‬ ai cittadini

È ora di riprenderci la Res Publica lombarda sempre più palesemente piegata agli interessi personali e delle lobby che finanziano i “politici” corrotti

‪#‎Maroni‬ a casa! Chi è alla guida della nave non può esimersi da responsabilità quando il suo equipaggio è “guasto”. Il pesce puzza sempre dalla testa.

https://www.facebook.com/events/665754283563239/

FUORIDAIMARONI

Read more

Martedì 23 febbraio si conclude (anticipatamente) il nostro giro nei quartieri. Si conclude perché l’amministrazione ci ha fatto sapere che le uniche sedi a disposizione della comunità, a partire da marzo 2016, saranno quelle di Calderara e Cassina Amata.

Vi aspettiamo quindi nella sede di quartiere di Villaggio Ambrosiano, in via Messico 3, alle ore 21 per parlare tra l’altro di partecipazione e aggiornarci sulla questione multe con t-red ai semafori di via Erba e sulla Comasina.

12039407_780612435394534_5112326456136870143_n

Read more

Terzo incontro di PadernoLab ricomincio da 3, un altro incontro&confronto a Paderno Dugnano, dedicato all’evoluzione del MoVimento e alle tematiche emerse negli ultimi mesi anche a causa di eventi complessi. Ci saranno attivisti, iscritti e portavoce. Tutti invitati ma nessun relatore. Un cerchio, tempi di parola uguali e tanti punti di vista. Non possiamo permetterci di bypassare il confronto o di ridurlo a un fatto interno ai singoli gruppi… Siamo una comunità, non una federazione di tanti organismi isolati!

Dal-3-al-30-Locandina

Read more

Un tema attuale e sentitissimo dalla cittadinanza, sedie in abbondanza disposte a cerchio in una sala comunale e alcune decine di cittadini attivi. Tanto è bastato, nel pomeriggio di sabato 28 novembre, per animare un meraviglioso scambio di opinioni in tema di lavoro tra cittadini fuori e dentro le istituzioni. Per la verità, l’ottima riuscita dell’evento è dovuta anche ad un ultimo “ingrediente segreto”: il metodo a 5 stelle. Nessuna noiosa relazione frontale, nessuna cattedra, nessun “primus inter pares”, nessuna velleità di protagonismo; poche semplici regole di dibattito: si parla uno alla volta, ognuno ha un tempo di intervento uguale agli altri (salvo eccezioni oggettivamente motivate), vietati i botta e risposta, il tutto garantito da un moderatore discreto e inflessibile.
Difficile racchiudere in un breve post l’immensa emozione che si prova nel sedere, guardando negli occhi i presenti che dibattono esprimendo dubbi, paure, speranze e idee con vivida partecipazione e rispetto dei presenti. Difficile spiegare l’emozione che, dopo anni, ancora si prova nel vedere i portavoce (Davide Tripiedi e Claudio Cominardi) portare la loro esperienza nelle istituzioni romane come contributo per arricchire e completare il confronto, esteriormente indistinguibili tra gli altri presenti, pari tra pari, desiderosi di ascoltare tanto quanto di raccontare e di scambiare nozioni, emozioni, proposte.

Schiavi del Lavoro Agorà Metodo

Questo il contesto in cui si è parlato di futuro del lavoro, di reddito di cittadinanza, di riduzione dell’orario del lavoro, di tecnologia che riduce gli spazi per il lavoro umano, di diritto al tempo libero, di pressione fiscale assurda su dipendenti e partite IVA e di diritto a garanzie minime universali, in particolare in termini di salario. Si è squarciato il tabù del lavoro come precetto morale di sapore quasi calvinista, ricordando che, se ancora oggi si è portati a pensare che il desiderio di lavorare meno sia quasi una perversione da reprimere, già domani sarà una necessità pratica per venire incontro alle esigenze della comunità e al progresso tecnologico. Si è evidenziata la cecità delle politiche governative che parlano di cottimo e di flessibilità (leggi privazione di diritti e garanzie) e la connivenza tra chi dovrebbe tutelare gli interessi dei lavoratori e chi, invece, ha interesse a ridurli a mezzi di produzione di ricchezza.
Grandissima la soddisfazione dei presenti alla fine dell’evento, appagati dalla profondità e dall’orizzontalità percepite.
Non si poteva desiderare di più e già lo sguardo sfugge verso la prima metà di febbraio in cui, con il prossimo evento del ciclo PadernoLab, approfitteremo della presenza di numerosi attivisti e portavoce per affrontare il tema degli ostacoli, delle difficoltà che si incontrano nel tentativo di mantenere lo spirito dell’attivismo, pur declinandolo in modo che risulti efficace, nel momento in cui si entra nelle istituzioni come portavoce. Siamo certi che, dopo l’evento di settembre sull’informazione e dopo quello di novembre sul lavoro, sarà il terzo, grande, successo.

Di seguito, i link ai video dell’evento:

1 video
https://www.youtube.com/watch?v=BW99BFbM27o

Read more

Con questa raccolta firme stiamo chiedendo al Sindaco di Paderno Dugnano di ottenere nel più breve tempo possibile un approfondimento nelle commissioni sulla possibilità di internalizzare in AGES la gestione della mensa e dei lavoratori coinvolti. Ottenere quindi un confronto aperto su questo tema e che si prendano in considerazione le nostre valutazioni in merito.
Le nostre proposte infatti prevedono:

  1. internalizzare la mensa significa che non ci saranno più appalti a multinazionali e che il comune concede la gestione ad AGES (che è una controllata al 100% del comune): in questo modo salterebbe un passaggio (l’appalto ad una multinazionale) con evidente risparmio di tempo e denaro. Questo significa che alcuni compiti lavorativi che ora sono esterni (direzione del personale, segreteria, distribuzione, approvvigionamento ecc.) dovrebbero essere attribuiti a lavoratori già presenti in AGES o in comune (con un ulteriore risparmio di denaro).
  2. Migliorare la qualità e l’educazione al cibo aumentando la disponibilità dei cibi Biologici, integrali, locali (km0) ed equo-solidali. E’ chiaro a tutti che questo comporta un aumento dei costi di approvvigionamento del cibo, ma parte di questi costi sono assorbiti dai minori costi del punto precedente e un’altra parte potrebbero essere compensati direttamente dal comune (quindi da quello che paghiamo con le tasse, perché no?) senza intervenire con sostanziali aumenti sulle rette.
  3. Per quanto riguarda i lavoratori: sappiamo che non può avvenire una internalizzazione immediata. I lavoratori sono circa 90 ma la media oraria non supera le 25 ore settimanali. Per i primi anni si possono trovare soluzioni tipo l’assunzione come collaboratori, la creazione di una cooperativa o altro, mantenendo i diritti acquisiti dei lavoratori come avviene già ora. Tutto ciò deve essere affiancato da un piano progressivo di internalizzazione che può essere discusso con i lavoratori stessi, sulla base della riduzione dei costi del personale del comune nel corso degli anni dovuto ai prossimi pensionamenti o riduzioni di bonus a stipendi già molto elevati.
    Ecco perché raccogliere le firme “per una #mensamigliore ” è il più bel regalo di Natale che possiamo fare ai nostri figli.  

Potete stampare il modulo, ISTANZA per una mensa migliore

raccogliere le firme e consegnarlo contattando il comitato o per mail a mensamigliore@gmail.com

o il gruppo aperto Facebook “per una mensa migliore a Paderno” https://www.facebook.com/groups/1665932330321785/

MoVimento 5 Stelle Paderno Dugnano

Read more

Cittadini, genitori, lavoratrici interessati alla qualità del cibo dei nostri bambini nelle Scuole: abbiamo iniziato un percorso insieme verso l’INTERNALIZZAZIONE del Servizio.

Se siete interessati iscrivetevi al gruppo Facebook Per una mensa migliore a Paderno Dugnano

Noi del M5S camminiamo insieme ai cittadini di ogni “bandiera” per portare in Consiglio Comunale ogni azione utile in merito. A partire dalla #PETIZIONE che sta già raccogliendo molte firme e che va consegnata entro le vacanze natalizie.

per una mensa migliore

Perchè INTERNALIZZARE il servizio?
Ecco alcuni buoni motivi:

  • le multinazionali che hanno in appalto il servizio hanno il PROFITTO come punto cardine. Non un progetto educativo legato all’alimentazione. Non la qualità del prodotto a scapito del guadagno.
  • Meno passaggi di appalti significa anche maggiore controllo da parte dei genitori: risponderà direttamente il Comune e non Sodexo o Dussemann.
  • possiamo chiedere il Km0, valorizzare i prodotti del territorio, assicurare una migliore qualità.
  • assumere le lavoratrici per una migliore tutela, dignità e non-precarietà (ricordiamo che vengono licenziate e riassunte ad ogni cambio di multinazionale, senza la possibilità di essere sostituite in caso di malattia e tanto altro che inficia il buon funzionamento del centro cottura).

È possibile aprire il modulo che trovate nel link sottostante in formato pdf e stamparlo fronte – retro per raccogliere le firme.
ISTANZA per una mensa migliore

Per maggiori informazioni o per la consegna dei fogli firmati potete scrivere a mensamigliore@gmail.com

Read more

Immagine Evidenza

Art. 1 della Costituzione
“L’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro”.

Perchè i padri costituenti avevano messo il lavoro come fondamento della nostra democrazia?

Democrazia è il potere attribuito al popolo. Ma un potere senza la libertà di esercitarlo è nullo. Si è liberi se le proprie necessità sono soddisfatte autonomamente. Il lavoro, oggi, dandoci un reddito, è il mezzo che ci può consentire di essere autosufficienti e liberi di esercitare il potere che la costituzione ci attribuisce.

Che caratteristiche ha il lavoro oggi?

Il lavoro ci rende liberi sempre o solo se ha determinate caratteristiche?

Siamo sicuri che il mezzo per la libertà sia il lavoro e non il REDDITO?

Chi e cosa oggi vuole che resti il lavoro (e il Patrimonio) l’unica fonte di REDDITO?

A queste e ad altre domande proveremo a dare risposta sabato 28 novembre 2015 a Paderno Dugnano, nella Sede di Quartiere di Calderara in via Armstrong 9, alle ore 16:00. Con noi ci saranno i portavoce alla Camera dei Deputati Claudio Cominardi e Davide Tripiedi. Non mancare!

Schiavi del Lavoro_Sito

Read more

InConfronto

Il MoVimento 5 Stelle di Paderno Dugnano propone un incontro aperto a tutti per approfondire alcuni importanti temi riguardanti il MoV in Lombardia. Un’opportunità di alimentare una comune base di valori tramite momenti di approfondimento voluti e proposti dagli attivisti, coinvolgendo i portavoce e gli iscritti.
Invitiamo tutti: iscritti, attivisti e portavoce lombardi a Paderno Dugnano, via Armstrong 9, il giorno 17 novembre alle ore 21:00.

InConfronto

Read more

‪#‎domani‬ Martedì 27 Ottobre Ore 21 ci vediamo tutti a ‪#‎INCIRANO‬ (via Italia, 13 seminterrato scuola media Allende)

Dopo un anno dall’insediamento in Consiglio comunale, riproponiamo 7 incontri nei 7 quartieri di Paderno Dugnano per raccogliere segnalazioni e proposte, condividere e confrontarci sulle nostre attività, su ciò che succede a Paderno oggi e il possibile futuro.

Alcune decisioni non si possono rimandare alle prossime elezioni!

Vogliamo proporre miglioramenti alle convenzioni che riguardano i trasporti, la raccolta rifiuti, o la mensa scolastica;

una Paderno dove NON agevolare costruzioni in nome del “convenzionato” e dei “costi più bassi” (chi ci guadagna?)

una Paderno fertile di progetti, eventi culturali, spazi per i giovani e che rispetti l’ambiente.

Vogliamo e possiamo farlo solo se non deleghiamo, se ci lavoriamo insieme. Siamo un MoVimento di cittadini e solo coi cittadini possiamo costruire una Paderno migliore.

Ti aspettiamo.

12039407_780612435394534_5112326456136870143_n

Movimento 5 Stelle Paderno Dugnano

twitter: @paderno5stelle

facebook.com/M5SPadernoDugnano

youtube.com/user/Paderno5stelle

ustream.tv/channel/paderno5stelle

Read more