giugno 2014

Le prime azioni politiche del MoVimento 5 Stelle di Paderno Dugnano parlano chiaro: tutela della salute e del territorio padernese. Ecco l’agenda di quanto fatto fino ad oggi:

  • Il 19 Giugno abbiamo depositato la richiesta al sindaco Marco Alparone di emettere ordinanza sospensione lavori (protocollo n. 32549). A nostro parere i lavori si possono e si devono fermare per molti buoni motivi tra cui l’ultimo grave incidente con fuoriuscita di gas provocato dalla ditta GLF (Grandi Lavori Fincosit), tristemente nota per il recente arresto del suo presidente, Alessandro Mazzi, nell’ambito delle indagini sull’appaltificio del MOSE. Il M5S si oppone e si opporrà strenuamente all’invasione del nostro territorio di aziende legate al malaffare, utilizzando ogni mezzo legale possibile a nostra disposizione. A questa nostra sollecitazione il Sindaco risponde con un comunicato stampa in cui chiede “a Governo e a tutti gli Enti interessati alla riqualificazione della Rho-Monza di sospendere immediatamente le attività di pre-cantierizzazione fin quando non saranno chiariti quale intervento realizzare, quando e soprattutto quale tracciato”. Sindaco Alparone le chiediamo un sussulto di orgoglio. Faccia sospendere i lavori. Noi non ci tireremo indietro!
  • Il 23 Giugno durante il discorso di insediamento del capogruppo Emiliano Abbati è stata ricordata con forza la nostra posizione a sostegno del CCIRM sia con le bandiere del Comitato usate come mantelli, sia dalle parole di Abbati che in sede di Consiglio Comunale ha ribadito la nostra lotta senza compromessi all’ecomostro. Le parole sono seguite immediatamente dai fatti votando a favore della discussione dell’interpellanza urgente della consigliera PD Caputo. Peccato che lo stesso PD e il centro destra compatti hanno votato contro non ritenendo urgente la discussione dell’interpellanza.
  •  Oggi 25 giugno è stata depositata in Comune (protocollo n. 33596) la richiesta per un’assemblea pubblica con tutti gli attori interessati al vergognoso progetto per la realizzazione della Rho Monza a 14 corsie. Da sabato a martedì abbiamo raccolto più di 200 firme grazie al consistente aiuto del CCIRM (Comitato per l’Interramento della Rho Monza).
  • Sempre oggi è stata presentata (protocollo n. 33588) la richiesta di accesso agli atti per avere i dati delle centraline ARPA di rilevamento delle emissioni di ammoniaca prodotte dalla Leganti Naturali

Ora il Sindaco entro dieci giorni dovrà comunicare data di convocazione dell’assemblea o il diniego motivato.

#fattinonparole

E questo è solo l’inizio.

MoVimento 5 Stelle Paderno Dugnano

twitter: @paderno5stelle

facebook.com/M5SPadernoDugnano

youtube.com/user/Paderno5stelle

ustream.tv/channel/paderno5stelle

meetup.com/movimento5stellepadernodugnano/

Condividi
Read more

Ieri sera, all’insediamento del nuovo Consiglio Comunale non sono mancati i colpi di scena.
Verso la fine della seduta la consigliera Caputo del PD ha presentato un’interpellanza urgente sulla rho-monza. Urgenza a nostro parere assolutamente condivisibile. La maggioranza del sindaco Alparone e il PD stesso, in barba alla trasparenza e alla condivisone, hanno deciso di NON discuterla in aula. Le larghe intese funzionano così bene anche a Paderno Dugnano che il PD blocca con il centro destra la discussione di una proposta di un consigliere dello stesso PD. Siamo al teatro dell’assurdo con il biglietto pagato da onesti cittadini. Ma la coerenza tornerà di moda.
Solo il M5S e Insieme per Cambiare (che sosteneva il candidato del centro sinistra Antonella Caniato) ne hanno chiesto l’immediata discussione.

Dopo la bagarre abbiamo preso la parola per leggere il discorso di inizio mandato che di seguito riportiamo. Il sindaco ancora una volta non ha dato risposta in merito alle spese pazze sostenute in campagna elettorale. COSA AVRÀ DA NASCONDERE?
LA LEGA COSA DICE IN MERITO A QUESTO SILENZIO?

Cittadini, Presidente, Sindaco Consigliere e Consiglieri e membri della Giunta. Innanzitutto se parleremo al plurale ora e in futuro è perché tutto è condiviso da tutti gli attivisti a 5 Stelle della nostra città. Iniziamo questo primo intervento ringraziando i quasi 3.000 cittadini che con il loro voto hanno consentito per la prima volta l’ingresso del Movimento 5 stelle in consiglio comunale. Non solo 2 consiglieri, non solo i 3.000 cittadini che ci hanno votato ma l’ingresso diretto in consiglio di tutta la cittadinanza. I Consigli comunali sono il luogo di massima espressione di democrazia e di dibattito politico, a livello locale, e lavoreremo affinché così possa essere realmente e si possa aumentare sempre più la partecipazione della cittadinanza riguardo alle scelte del governo della città. Per questo motivo il nostro impegno principale sarà rivolto alla trasparenza, sia per quanto riguarda l’accesso alle informazioni quanto alla loro interpretazione. Cercheremo quanto più possibile di mantenere un linguaggio comprensibile anche per chi non ha a che fare direttamente con gli uffici comunali. Abbiamo costituito un gruppo solido che ha condiviso con i cittadini la propria convinzione politica, ascoltando, informando e cercando di coinvolgere tutti nella vita politica, superando le ideologie.  Abbiamo sottoscritto un preciso impegno morale che ci vincola al rispetto delle volontà e delle aspettative degli elettori; d’altro canto questo è un chiaro invito ai cittadini ad occuparsi della cosa pubblica e coinvolgerci direttamente nei loro progetti e nelle loro proposte. Il fatto di sedere per la prima volta in questo Consiglio Comunale è un punto di forza perché non siamo abituati a scendere a compromessi quando si parla di diritti dei cittadini. Diritti che difenderemo strenuamente. gruppo
Stiamo già utilizzando alcuni degli strumenti a disposizione e a mettere in atto le procedure previste dai Regolamenti Comunali dei quali intendiamo avvalerci per raggiungere gli obiettivi previsti dal nostro programma. Fatti non parole: un primo esempio sono la raccolta firme, che consegneremo domani, per chiedere l’indizione di un’assemblea pubblica sulla rho monza, e la richiesta di emissione di ordinanza sindacale per la sospensione dei lavori. Saremo corretti ma altrettanto intransigenti. Questo perché come cittadini, abbiamo assistito a numerosi Consigli comunali e se da un lato c’era la sufficienza ed a volte l’arroganza con cui la maggioranza trattava le istanze delle minoranze, declassando la discussione in Consiglio ad una sterile dialettica su decisioni già prese, dall’altro c’era spesso l’accettazione a questo stato di cose. Infatti ogni controversia era lasciata al solo dibattito e non abbiamo mai assistito a chiare e forti prese di posizione: parole e non fatti. Chiunque di noi parli in questa assemblea è portavoce di migliaia di cittadini che meritano il massimo rispetto. La nostra forza in consiglio sarà garanzia di trasparenza ed informazione alla cittadinanza. Siamo un movimento rivoluzionario. Ma la nostra è una rivoluzione interiore, di pensiero che ci porta a ripudiare ogni forma di violenza. Il sistema in cui ci muoviamo, sostenuto dalle altre forze politiche presenti in questo consiglio è oramai al collasso. Abbiamo bisogno di un nuovo modo di pensare la nostra comunità e soprattutto la comunità nella legalità.  E non parliamo solo di microcriminalità che comunque va combattuta in maniera più efficace, parliamo di Paderno Dugnano come triste e noto riferimento per l’ ndrangheta lombarda in particolare. La nostra è una lotta alla criminalità organizzata, e ai colletti bianchi, politici, imprenditori e a chiunque vede e decide di girare lo sguardo dall’altra parte. Chiediamo quindi sin da oggi che si possa insediare una nuova commissione antimafia con poteri più forti della precedente. E da subito ne rivendichiamo la presidenza, in continuità con l’impegno alla lotta alla criminalità organizzata che il movimento 5 stelle sta portando avanti a livello nazionale, regionale e, da oggi ancor di più a livello comunale. Vogliamo che eventi come il summit antimafia organizzato al circolo Falcone e Borsellino, luogo tristemente noto per il summit ‘ndranghetista, diventino un appuntamento fisso dove confrontarsi e discutere apertamente. Tutti sanno quali sono i giardini fioriti della criminalità organizzata: gestione rifiuti, consumo del suolo, edilizia e grandi appalti. Anche per questo motivo le nostre azioni politiche avranno da subito al centro alcune tematiche “calde” per il nostro territorio: inceneritore e controllo dell’aria, leganti naturali,eureco, amianto, manutenzioni staordinarie delle scuole pubbliche e, come avrete notato dai nostri mantelli, la rho monza. Eh si, perché è notizia di questi giorni che il governo renzi stia per dare priorità alle opere expo e ha confermato i finanziamenti pubblici assegnati al collegamento milano Venezia che comprende anche la Rho Monza. Alla faccia delle sue dichiarazioni in campagna elettorale, signor sindaco, con le quali spargeva ottimismo affermando che era l’unico dei tre candidati a pensare che i cantieri non sarebbero mai partiti. Bene la campagna elettorale è finita e i cantieri sono immediatamente partiti, quasi ci fosse un tacito accordo per mantenere tutto tranquillo sino al ballottaggio. E parlando di campagna elettorale non possiamo che ricordare la sua promessa fatta al sottoscritto di pubblicare i nomi dei suoi finanziatori e i costi della sua campagna elettorale faraonica a base di feste, cene al Ristorante Il Cavaliere, aperitivi in piscina, “gelatate” e tanto altro ancora.

Signor Sindaco il tempo delle chiacchiere da campagna elettorale è terminato. Ora servono i fatti. E noi, avendo memoria lunga e tanta voglia di indagare, non le faremo sconti.

MoVimento 5 Stelle di Paderno Dugnano

twitter: @paderno5stelle

facebook.com/M5SPadernoDugnano

youtube.com/user/Paderno5stelle

ustream.tv/channel/paderno5stelle

meetup.com/movimento5stellepadernodugnano/

Read more

Questa sera il consiglio comunale, ore 20,30.
Il primo consiglio Comunale che vedrà due portavoce consiglieri del M5S: Emiliano Abbati e Achille Cezza. 
Domani sera, martedì 24 giugno, il Meetup presso la pizzeria Zio Pino, via Coti Zelati 7, alle ore 21.
i punti all’odg sono stabiliti dalle proposte che arrivano direttamente sulla piattaforma Meetup al seguente link
Le nostre attività proseguono come sempre. Non ci fermiamo.
Partecipate, venite ai nostri incontri per proporre o anche per ascoltare.
Vi aspettiamo
Read more

Come già scritto il M5S di Paderno Dugnano ha presentato una richiesta di emissione di ordinanza da parte del Sindaco, anche alla luce della notizia di reato, per l’immediata sospensione, a titolo cautelativo, dei lavori presso il cantiere della Rho – Monza.

Nella stessa lettera abbiamo anticipato che partirà la raccolta firme per richiedere un’assemblea pubblica per un confronto tra le parti interessate e i cittadini. Ecco il modulo.

Per informazioni scrivete a paderno5stelle@gmail.com

assemblea pubblica raccolta firme corretto-page-001

assemblea pubblica raccolta firme corretto-page-002Questo è il modulo in pdf da stampare fronte retro.

assemblea pubblica raccolta firme corretto

MoVimento 5 Stelle di Paderno Dugnano

twitter: @paderno5stelle

facebook.com/M5SPadernoDugnano

youtube.com/user/Paderno5stelle

ustream.tv/channel/paderno5stelle

meetup.com/movimento5stellepadernodugnano/

Read more

 

La mattina del 16 Giugno 2014, presso il cantiere di via G. Dalla Chiesa gestito dalla ditta Grandi Lavori Fincosit, è stata danneggiata la tubazione del gas durante l’avvio dei lavori di bonifica propedeutici alla realizzazione della Rho Monza.
Scattata l’emergenza sono prontamente intervenuti Vigili del Fuoco, Carabinieri, Polizia Locale e alcuni dipendenti del comune. Il fatto sorprendente è che al momento queste segnalazioni ci risulta che siano state fatte solo dai cittadini (presenti rappresentanti del Comitato per l’Interramento Rho Monza ed esponenti del M5S come ad esempio Silvana Carcano) e non dai responsabili della ditta Fincosit..
Sono state bloccate la Milano – Meda e via Generale Dalla Chiesa per circa 2 ore. Grazie al tempestivo e professionale lavoro delle forze dell’ordine l’allarme è rientrato. fuoriuscita gas
Ricordiamo, per avere una visione completa della grande opera a 14 Corsie che, il presidente di suddetta ditta, Alessandro Mazzi, è stato recentemente arrestato nell’inchiesta relativa alle tangenti sugli appalti per il Mose a Venezia.

La mattina stessa a seguito di incidente, che poteva trasformarsi in tragedia, Silvana Carcano e la portavoce senatrice Laura Bottici del M5S, hanno chiesto e ottenuto immediatamente un incontro con il Prefetto di Milano Dott. Tronca. Durante tale incontro è stato chiesto il blocco dei cantieri e il commissariamento della GLF, titolare dell’appalto, per i fatti già esposti.

Nel pomeriggio i nostri neo portavoce consiglieri Achille Cezza ed Emiliano Abbati, si sono recati presso l’ufficio tecnico del comune di Paderno Dugnano per visionare il Piano della Sicurezza allegato al progetto esecutivo che, contrariamente a quanto affermato nei mesi scorsi dal Sindaco Alparone, è stato consegnato agli uffici da alcuni mesi. Durante l’incontro è stato appurato che il Piano della Sicurezza non è tra i documenti in possesso dell’Amministrazione Comunale e che copia dovrebbe essere presente sul cantiere.

Questa mattina, inoltre, abbiamo presentato:

  • richiesta di accesso agli atti per ottenere copia del progetto esecutivo e sopperire alla mancanza di comunicazione e trasparenza da parte dell’Amministrazione Comunale.
  • Richiesta di emissione di ordinanza da parte del Sindaco, anche alla luce della notizia di reato, per l’immediata sospensione, a titolo cautelativo, dei lavori presso il cantiere incriminato.
  • Il MoVimento 5 Stelle di Paderno Dugnano si fa promotore della raccolta di 200 firme tra i cittadini per chiedere al Sindaco Alparone di indire un’ASSEMBLEA PUBBLICA per un confronto DIRETTO e TRASPARENTE tra tutte tutte le parti coinvolte nel progetto (ministero delle infrastrutture, Regione, serravalle, GLF ecc) e la cittadinanza

Oggi pomeriggio abbiamo incontrato il comandante della Polizia Locale Dott. Dioguardi e il Vice Dott. Betti. Dall’incontro abbiamo avuto ulteriore conferma dell’ apertura un fascicolo di indagine sull’incidente con conseguente invio della notizia di reato alla Procura della repubblica di Milano a cui spetta valutare l’apertura delle indagini. Abbiamo anche suggerito, quale ulteriore utile elemento, di verificare se, dai telefoni cellulari dei responsabili del cantiere, sono state effettuate  le dovute telefonate ai VV.FF., e alle forze di polizia o se, come sospettiamo, hanno evitato di farlo per non incorrere in problemi con l’Autorità Giudiziaria. Sottolineiamo infine che tali sviluppi si sono resi possibili solo grazie alla richiesta di intervento da parte dei cittadini ed ei portavoce del m5s CHE HANNO SEGUITO LA VICENDA sul campo sin DAL PRIMO MINUTO.

In tutto ciò il Sindaco si è fatto notare per la sua assenza dal luogo dell’incidente e dall’inerzia con cui ha affrontato la questione limitandosi a comunicare una richiesta di incontro futuro con le istituzioni quando sarebbe bastato chiedere e ottenere da subito un incontro con il prefetto come ha invece fatto il M5S.

Questo è quanto succede quando cittadini, Comitati e portavoce comunali, regionali e nazionali agiscono a tutela della Salute di tutti e non a difesa degli interessi di pochi che caldeggiano sprechi e grandi opere inutili per il presente e per il futuro.

MoVimento 5 Stelle di Paderno Dugnano

twitter: @paderno5stelle

facebook.com/M5SPadernoDugnano

youtube.com/user/Paderno5stelle

ustream.tv/channel/paderno5stelle

meetup.com/movimento5stellepadernodugnano/

Read more

Con un tempismo che non ci sorprende, giusto al termine del ballottaggio, sono partiti i cantieri per la “riqualificazione della Rho-Monza”. Da lunedì mattina stanno operando sulle aree comprese tra la sede della Milano-Meda e la via Generale Dalla Chiesa. All’apertura erano presenti un nutrito gruppo di cittadini, i nostri portavoce Emiliano Abbati e Silvana Carcano, i neoportavoce del consiglio comunale di Cusano Milanino, Marco Fais e Benedetto Marcello Pallotti, e il portavoce alla Camera Massimo De Rosa, più alcuni rappresentanti delle forze politiche del centrosinistra (PD) e di sinistra (Massimo Gatti).

Sul posto anche i rappresentanti della Tenenza dei Carabinieri di Paderno Dugnano e della Polizia Locale.

Prendiamo atto che le parole del sindaco Alparone, pronunciate in campagna elettorale, durante la quale faceva notare di essere, a suo dire, l’unico a credere che i cantieri non avrebbero aperto, sono state puntualmente disattese.

Ora ci attendiamo che il sindaco metta in pratica quanto promesso in campagna elettorale, ossia la messa in atto di tutte quelle che sono le prerogative del primo cittadino volte a tutelare la salute dei cittadini padernesi e il nostro territorio.

Inoltre, si legge nel comunicato stampa emesso ieri pomeriggio dall’amministrazione comunale che “nelle prossime settimane si terrà un incontro tra tutti i soggetti interessati alla riqualificazione della Rho-Monza per valutare le ipotesi progettuali finalizzate a Expo 2015”.

A tal proposito ricordiamo al sindaco che tra i soggetti interessati ci sono, senza ombra di dubbio, i cittadini di Paderno Dugnano, pertanto chiediamo si faccia promotore, in prima persona, dell’organizzazione di un’assemblea pubblica alla quale siano presenti Serravalle e la titolare dell’appalto, ovvero Grandi Lavori Fincosit (GLF), il cui presidente è stato recentemente arrestato nell’ambito delle indagini sul MOSE di Venezia, con loro rappresentanti pronti a spiegare adeguatamente e dettagliatamente il progetto esecutivo (ammesso che esista), nonché le reali tempistiche di esecuzione dei lavori.

Noi del M5S confermiamo la posizione presa sin dall’inizio: bloccare con ogni mezzo legale e civile l’avanzamento dell’opera.

Il tempo delle chiacchiere da campagna elettorale è ampiamente terminato.

Servono fatti, e su questi noi ci saremo sempre.

In attesa che il sindaco passi dalle parole ai fatti, il M5S non perde tempo. Oggi pomeriggio, Silvana Carcano, insieme a un rappresentante del CCIRM, incontrerà l’assessore alle Infrastrutture di Regione Lombardia, Alberto Cavalli. Vi terremo aggiornarti sull’esito dell’incontro.

MoVimento 5 Stelle Paderno Dugnano

twitter: @paderno5stelle

facebook.com/M5SPadernoDugnano

youtube.com/user/Paderno5stelle

ustream.tv/channel/paderno5stelle

meetup.com/movimento5stellepadernodugnano/

Read more

Con la bella stagione riprendono gli incontri all’aperto del M5S di Paderno Dugnano, invito come sempre esteso a tutti. Vi aspettiamo!!
Ci ritroveremo nel quartiere di Villaggio Ambrosiano, angolo via Trieste con via Tripoli.

Incontro n. 1

Tuesday, Jun 10, 2014, 9:00 PM

Giardino della Costituzione
ngolo via Trieste-via Tripoli, Villaggio Ambrosiano Paderno Dugnano, MI

13 Cittadini in MoVimento Went

ODG.1) riorganizzazione interna e rapporti tra portavoce in consiglio, attivisti e cittadini.2) varie de eventuali.

Check out this Meetup →

MoVimento 5 Stelle Paderno Dugnano

twitter: @paderno5stelle

facebook.com/M5SPadernoDugnano

youtube.com/user/Paderno5stelle

ustream.tv/channel/paderno5stelle

meetup.com/movimento5stellepadernodugnano/

Read more

A Paderno Dugnano, dopo la prima tornata elettorale, emergono alcuni dati incontrovertibili: il MoVimento 5 Stelle sarà all’opposizione e domenica 8 giugno, al ballottaggio, il futuro sindaco verrà democraticamente deciso fra il candidato del centrodestra Marco Alparone e la candidata del centrosinistra Antonella Caniato.

Per rispondere alle tantissime persone che ci interrogano sulle intenzioni di voto del MoVimento 5 Stelle al ballottaggio, ribadiamo con questo comunicato una delle regole base del MoVimento fin dalla sua nascita: nessuna alleanza coi partiti e, di conseguenza, nessuna indicazione di voto.

Ma perché siamo così rigidi? Perché non possiamo appoggiare delle brave persone dell’uno o dell’altro schieramento? Perché vogliamo imboccare sempre una “direzione ostinata e contraria” che secondo molti non ci porterà mai al governo di una città così come del Bel Paese?

La risposta è semplice: le persone all’interno dei partiti possono essere competenti, di valore, oneste, ma scelgono consapevolmente di entrare in un sistema partitico che non è libero e svincolato da lobby, corruzione e malaffare (condoni alle slot machine, regali di 7,5 miliardi a banche private, EXPO, acquisto di F-35, finanziamenti alle scuole private/paritarie a scapito di quelle statali, tagli ai comuni, ecc.).

Qualcuno ci ha detto che su queste argomentazioni non abbiamo tutti i torti, MA che a livello locale è differente: basta conoscere le persone per capire che sono oneste e orientate al bene comune della nostra città. Alcuni esponenti politici locali possono essere brave persone, certo, MA non sono libere di battersi per il bene comune della propria città se significa andare contro i diktat di partito. Noi siamo liberi e vogliamo rimanere tali per poter tutelare al meglio gli interessi di tutti i padernesi, elettori del M5S e no.

Prima del ballottaggio abbiamo però una richiesta di trasparenza da fare ai due schieramenti in gioco.

È sotto gli occhi di tutti che la campagna elettorale padernese è stata caratterizzata da un notevole ricorso a mezzi di propaganda da parte degli schieramenti di centrodestra e centrosinistra. Camion vela, aperitivi e volantini nelle caselle: questi i mezzi a cui sono ricorsi entrambi i candidati. In alcuni casi, si è trattato di vere e proprie brochure formato lenzuolo, cene in noti ristoranti, party in piscina e altro ancora.

La normativa attuale prevede che tutti i candidati debbano presentare, entro 90 giorni dall’insediamento, la rendicontazione delle spese sostenute in campagna elettorale e, soprattutto, i nomi dei finanziatori: singoli cittadini o società. È facile intuire che più è cospicuo il finanziamento e maggiore è il “peso” che si potrà avere sulle scelte dell’amministrazione comunale e, di conseguenza, sul programma che verrà portato avanti dalla maggioranza.

Quindi è importante sapere non solo QUANTO hanno speso i due schieramenti, ma anche CHI li ha finanziati. Ed è proprio nello spirito della massima trasparenza, che contraddistingue il M5S, che lanciamo la campagna #vogliamolalista. Invitiamo pertanto i candidati sindaci di centrodestra e centrosinistra a rendere immediatamente pubblica, possibilmente prima della giornata di voto e al più tardi entro domenica 8 giugno, la lista completa dei loro finanziatori.

Siamo certi che entrambi gli schieramenti accoglieranno questo appello alla trasparenza che consentirà ai cittadini di esprimere un voto ancor più consapevole.

Il MoVimento 5 Stelle, in attesa del ballottaggio e della nuova giunta, è già pronto a fare un’opposizione attenta, vigile, libera e costruttiva con chiunque otterrà democraticamente il timone di Paderno.

Nel rispetto del diritto/dovere al voto, invitiamo i cittadini alla partecipazione al ballottaggio, ricordando che esprimersi può significare (in ordine sparso):

–      rifiutare la scheda (messaggio forte di non appoggio alla partitocrazia vigente, rappresentata dai due candidati sindaci);

–      consegnare la scheda bianca (atto che sancisce la non preferenza);

–      annullare la scheda (scrivendo un proprio messaggio);

–      preferenza a Marco Alparone, candidato per il centrodestra;

–      preferenza ad Antonella Caniato, candidata per il centrosinistra.

Buona Democrazia a tutti

MoVimento 5 Stelle Paderno Dugnano

twitter: @paderno5stelle

facebook.com/M5SPadernoDugnano

youtube.com/user/Paderno5stelle

ustream.tv/channel/paderno5stelle

meetup.com/movimento5stellepadernodugnano/

Read more