IL NOSTRO PUNTO DI VISTA!

Paderno Dugnano, 7 febbraio 2014

COMUNICATO STAMPA

Ieri sera, il gruppo del M5S di Paderno Dugnano ha partecipato all’evento organizzato dalla Rete Ecologisti e Civici.
L’incontro aveva per scopo il confronto tra le varie forze politiche in territorio comunale in vista delle prossime amministrative previste in primavera. La nostra partecipazione, come dichiarato nel nostro COMUNICATO STAMPA di mercoledì u.s., aveva l’obiettivo di conoscere le proposte dell’eventuale nuova forza politica.
Il nostro concetto di trasparenza è risultato sin da subito differente dal loro, essendoci stata negata la possibilità di effettuare riprese video dell’incontro, che sarebbero servite per informare delle proposte emerse i cittadini, ma
anche le associazioni che avevano mostrato interesse verso l’iniziativa, considerato anche che l’invito era a numero chiuso e non aperto al pubblico. Riteniamo che questo sia un punto molto importante, perché a nostro avviso una nuova lista civica deve nascere sul terreno della trasparenza per ogni momento pubblico, in veste di futuro attore politico degli stessi cittadini ieri esclusi.
Oggi, leggiamo con stupore l’articolo pubblicato dagli stessi EcoCivici: ELEZIONI 2014: UNA LISTA E UN CANDIDATO CONDIVISO e anche il “Post n°5225” sul blog LA SCOMMESSA di Giovanni Giuranna. Ci colpiscono le diverse incongruenze emerse e di cui esprimiamo una sintesi qui di seguito.
1) Un candidato sindaco può essere “condiviso” se scelto senza nessun confronto pubblico?
2) L’ambiguità dell’articolo in cui si dichiara soddisfazione per la serata, piena di numerosi firmatari dell’appello insieme ai rappresentanti delle forze politiche invitate. Ci preme sottolineare che il M5S, seppure invitato e presente alla serata, non ha aderito a nessun appello padernese.
3) L’incontro non si è dimostrato occasione per approfondire concetti di unione per il cambiamento. Durante l’incontro, infatti, alcuni esponenti della Rete Ecologisti e Civici hanno espresso la loro posizione e raccontato il loro vissuto, senza che venisse presentata una bozza di programma o alcuna ipotesi di visione per Paderno.
4) La proposta di una lista civica composta da persone provenienti sia dalla società civile sia dalle forze politiche è da chiarire. Ieri sera erano presenti principalmente esponenti del centro sinistra, che hanno semplicemente espresso i propri concetti partitici divisivi, esclusivi (nel senso che escludono persone di diversa ideologia), anacronistici e astratti, legati a un’ideologia che non si confà con la richiesta di partecipazione di cittadini slegati ai partiti e per nulla propositiva di obiettivi concreti per Paderno Dugnano.
5) Giovanni Giuranna dovrà realizzare un’ampia convergenza. Sulla base di quale proposta, visto che ieri non è emersa? Con la partecipazione di quali cittadini, visto che la serata era a numero chiuso/a porte chiuse?
Ci sentiamo in dovere di precisare che il signor Giuranna, pur facendo parte di comitati in cui partecipano anche portavoce del M5S, non è assolutamente vicino alle nostre posizioni: anzi, abbiamo più volte ravvisato posizioni molto distanti emerse leggendo articoli pubblicati sul suo blog, e notato sue omissioni di nostri interventi a difesa dei cittadini.

Siamo contenti di aver assistito alla serata, perché ha rafforzato in noi l’idea che la partecipazione deve avvenire come la intendiamo noi da anni e come la attuiamo nel concreto: dando voce a chi solitamente voce non ha, aprendo gli incontri per ragionare sugli obiettivi di un programma comunale, alla pari, senza che nessuno si erga in cattedra, valorizzando concretamente la trasparenza e il coinvolgimento di tutti i cittadini. In poco più di un anno, abbiamo organizzato oltre 50 incontri pubblici aperti a tutti, 6 incontri nei quartieri per discutere di problematiche da inserire nel programma condiviso, pubblicizzato gli incontri distribuendo oltre 14000 volantini, con chiaro intento di coinvolgere tutti la cittadinanza, senza fare distinzioni, come invece è accaduto ieri sera, in cui è emerso che ci siano
cittadini da coinvolgere, chiamati durante la serata “competenti” e cittadini da non coinvolgere.
L’atteggiamento di chi distorce il racconto della serata di ieri è deleterio per tutti. Le vecchie strategie politiche delle solite forze riciclate da anni, che parlano ancora linguaggi fallimentari e dichiarano condivisione e partecipazione senza dimostrarlo coi fatti, non ci appartengono.

M5S Paderno Dugnano

Condividi