Perchè? altrimenti vi arrabbiate?

 CONDIVIDIAMO E PUBBLICHIAMO IL COMUNICATO DEL CCIRM
Chi pensava di sfruttare il fattore “estate” per cogliere di sorpresa cittadini e comitati si dovrà ricredere. La sorpresa l’abbiamo fatto noi chiamando a raccolta tutti coloro che pretendono che questa opera, se proprio si deve fare, venga realizzata con il consenso “vero” delle comunità locali.Ieri sera almeno cinquanta persone si sono radunate a Paderno Dugnano per ribadire il NO più convinto al progetto impattante portato avanti da tutte le istituzioni (Stato, Regione e Provincia). Numerosi i cittadini dei comuni limitrofi interessati dall’opera, Novate M.se, Cormano, Bollate e Baranzate, si sono presentati all’incontro per ribadire l’unità di intenti a riconferma che il problema non è limitato ai soli cittadini di Paderno Dugnano.Molte anche le facce nuove, segno che la comunità è ancora vigile e coinvolta.Presenti anche il Consigliere Massimo Gatti, da sempre in prima linea, e la concittadina, neo Consigliere Regionale  Silvana Carcano che nelle ultime settimane ha condiviso con i comitati numerose interessanti informazioni sino ad ora sconosciute. Assenti giustificati i deputati impegnati a Roma con i lavori parlamentari.

A seguito dell’incontro è stato deciso che il CCIRM si fa carico di:

1 preparare la bozza di un volantino da condividere don gli altri comitati locali che verrà poi fatto circolare in tutti i paesi

2 preparare la bozza di una lettera aperta da inviare a tutte le amministrazioni locali

3 ricompattare il fronte dei 5 comuni interessati per ribadire il NO al progetto di Serravalle durante la conferenza dei servizi, se servirà andremo negli uffici dei diversi Sindaci a “stimolare” questo ricompattamento.

4 Chiedere ai Comuni di prendere una posizione netta nei confronti della Giunta Regionale, Provinciale e dei rappresentanti dei loro partiti in queste istituzioni che disattendono quanto previsto dalle due mozioni votate all’unanimità nel Consiglio Regionale e Provinciale.

5 indire e organizzare  una manifestazione, per il mese di settembre, che, in caso di accelerazioni durante il mese di agosto, verrà fatta in concomitanza con la riunione della Conferenza dei Servizi, a cui spetta la decisione finale, e a cui in massa parteciperemo. Se gli amministratori si riveleranno particolarmente sordi, noi saremo particolarmente espliciti nel manifestare il nostro dissenso, anche occupando la S.P. 46 e\o altre forme di protesta.

Il messaggio che vogliamo lanciare, forte e chiaro, alle istruzioni incapaci di ascolto delle comunità, è uno solo….

O INTERRATA (TUTTA) O NIENTE

Condividi