Rho-Monza: i cantieri aprono, Marco Alparone latita

Con un tempismo che non ci sorprende, giusto al termine del ballottaggio, sono partiti i cantieri per la “riqualificazione della Rho-Monza”. Da lunedì mattina stanno operando sulle aree comprese tra la sede della Milano-Meda e la via Generale Dalla Chiesa. All’apertura erano presenti un nutrito gruppo di cittadini, i nostri portavoce Emiliano Abbati e Silvana Carcano, i neoportavoce del consiglio comunale di Cusano Milanino, Marco Fais e Benedetto Marcello Pallotti, e il portavoce alla Camera Massimo De Rosa, più alcuni rappresentanti delle forze politiche del centrosinistra (PD) e di sinistra (Massimo Gatti).

Sul posto anche i rappresentanti della Tenenza dei Carabinieri di Paderno Dugnano e della Polizia Locale.

Prendiamo atto che le parole del sindaco Alparone, pronunciate in campagna elettorale, durante la quale faceva notare di essere, a suo dire, l’unico a credere che i cantieri non avrebbero aperto, sono state puntualmente disattese.

Ora ci attendiamo che il sindaco metta in pratica quanto promesso in campagna elettorale, ossia la messa in atto di tutte quelle che sono le prerogative del primo cittadino volte a tutelare la salute dei cittadini padernesi e il nostro territorio.

Inoltre, si legge nel comunicato stampa emesso ieri pomeriggio dall’amministrazione comunale che “nelle prossime settimane si terrà un incontro tra tutti i soggetti interessati alla riqualificazione della Rho-Monza per valutare le ipotesi progettuali finalizzate a Expo 2015”.

A tal proposito ricordiamo al sindaco che tra i soggetti interessati ci sono, senza ombra di dubbio, i cittadini di Paderno Dugnano, pertanto chiediamo si faccia promotore, in prima persona, dell’organizzazione di un’assemblea pubblica alla quale siano presenti Serravalle e la titolare dell’appalto, ovvero Grandi Lavori Fincosit (GLF), il cui presidente è stato recentemente arrestato nell’ambito delle indagini sul MOSE di Venezia, con loro rappresentanti pronti a spiegare adeguatamente e dettagliatamente il progetto esecutivo (ammesso che esista), nonché le reali tempistiche di esecuzione dei lavori.

Noi del M5S confermiamo la posizione presa sin dall’inizio: bloccare con ogni mezzo legale e civile l’avanzamento dell’opera.

Il tempo delle chiacchiere da campagna elettorale è ampiamente terminato.

Servono fatti, e su questi noi ci saremo sempre.

In attesa che il sindaco passi dalle parole ai fatti, il M5S non perde tempo. Oggi pomeriggio, Silvana Carcano, insieme a un rappresentante del CCIRM, incontrerà l’assessore alle Infrastrutture di Regione Lombardia, Alberto Cavalli. Vi terremo aggiornarti sull’esito dell’incontro.

MoVimento 5 Stelle Paderno Dugnano

twitter: @paderno5stelle

facebook.com/M5SPadernoDugnano

youtube.com/user/Paderno5stelle

ustream.tv/channel/paderno5stelle

meetup.com/movimento5stellepadernodugnano/

Condividi

One Comment, RSS

  1. […] Borsellino, si è complicato la vita facendo una ripresa del video nella parte che gli interessava (qui il link). La buona notizia, che siate una forza politica o un semplice cittadino che vuole citare un nostro […]